La Basilica di Santo Stefano

Basilica di Santo Stefano, Budapest
Basilica di Santo Stefano, Budapest

La Basilica di Santo Stefano, in ungherese Szent István-Bazilik, è una tappa obbligata durante una visita nella capitale ungherese. Questa immensa cattedrale, consacrata nel 1905, è la chiesa più grande di Budapest, oltre che la terza di tutta l’Ungheria.

La cattedrale, ubicata nel cuore di Pest, porta il nome del primo Re ungherese, Santo Stefano, a cui è stata dedicata. La basilica può ospitare fino ad 8.500 persone.

L’edificio è stato costruito in stile neoclassico, ed ha al suo interno numerose decorazioni ed una serie di sculture state realizzate da Léo Fessler, per la cui modellazione sono stati utilizzati oltre 50 tipi diversi di marmo.

Dal punto di vista architettonico, la basilica presenta una pianta a croce greca (ha una larghezza di 55 metri ed una lunghezza di 87 metri), ed ha una stupenda ed enorme facciata che si caratterizza per la presenza di due grandi campanili.

Le due torri ospitano in totale sei campane: cinque sono situate sulla torre del lato nord, mentre nella torre meridionale è ospitata un’unica campana del peso di 9,5 tonnellate, che è la più grande di tutta l’Ungheria.

Scopriamo qualcosa di più!

Cosa vedere

La cattedrale neoclassica di Budapest è la chiesa cattolica più famosa di tutta l’Ungheria e contiene la sua reliquia più venerata dal popolo ungherese: la mano destra mummificata di re Santo Stefano, il patrono della chiesa.

La mano mummificata è custodita in un santuario e sfilata per le strade della città il 20 agosto di ogni anno, in occasione dell’anniversario della morte di Santo Stefano.

Durante una visita alla Basilica è assolutamente da non perdere la salita alla cupola, dalla quale si gode di una fenomenale vista a 360° sulla città di Budapest.

I visitatori possono accedere alla cupola tramite degli ascensori, oppure salendo una scala a chiocciola di ben 364 gradini. La cupola raggiunge un’altezza di 96 metri, esattamente come il Palazzo del Parlamento di Budapest.

La vista della cupola della Basilica di Santo Stefano è spettacolare anche dall’interno, in particolar modo quando la luce naturale si diffonde dalle finestre per illuminare le opere d’arte che sembrano fluttuare sopra i visitatori.

Storia e curiosità

La costruzione della Basilica di Santo Stefano, che iniziò con la supervisione dell’architetto Jozsef Hild, ha richiesto oltre mezzo secolo. Questi tempi così lunghi sono dovuti alla violenta tempesta del 1868, che causò il crollo della cupola, portando ad un grosso ritardo.

L’imprevisto infatti rese necessaria la demolizione della struttura, che poi fu ricostruita da zero. Il progetto iniziale di Hild venne ripreso in mano da Miklós Ybl, che diede il proprio tocco alla basilica secondo degli influssi di tipo neorinascimentale. La costruzione fu ultimata nel 1905 sotto la supervisione dell’architetto József Kauser.

Inizialmente la cattedrale doveva essere intitolata a San Leopoldo, il santo patrono dell’Austria, ma poi il piano fu cambiato e la chiesa prese il nome da Stefano, il primo re d’Ungheria.

Nel XVIII secolo il sito dove oggi è costruita la Basilica di Santo Stefano ospitava un teatro, chiamato Hetz-Theater, all’interno del quale si svolgevano dei combattimenti di animali.

La campana della torre meridionale viene usata solo due volte l’anno: il 20 agosto, nell’anniversario del giorno della consacrazione della chiesa, ed il 31 dicembre.

L’altezza della basilica di 96 metri fa riferimento all’896, anno dell’insediamento delle tribù Magyar nel bacino dei Carpazi, che portò alla fondazione dell’odierna Ungheria.

Prezzo di ingresso

L’accesso alla Basilica di Santo Stefano è gratuito, ma è consuetudine fare una donazione di 200 HUF al momento dell’ingresso.

Le visite guidate in lingua inglese, hanno un costo di €15 a persona con la salita alla cupola e consentono di saltare la fila.

 

Orari di visita

La Basilica è aperta al pubblico tutti i giorni della settimana.

Dal lunedì al sabato l’orario di visita va dalle 9:00 alle 19:00, mentre la domenica l’accesso è consentito dalle 7.45 fino alle 19:00.

Eventi e concerti

Durante il corso dell’anno la Basilica di Santo Stefano ospita numerosi concerti e svolge un ruolo molto importante nella scena musicale di Budapest. La Cattedrale infatti vanta un’acustica veramente eccezionale. Gli organisti della chiesa sono sempre stati musicisti di altissimo livello.

Nel corso dei suoi oltre 100 anni di storia, la basilica ha ospitato musica corale, musica classica ed anche spettacoli di musica contemporanea.

Ogni anno la basilica è la sede anche di alcuni concerti di alto livello che si svolgono nell’ambito del famoso Festival di Primavera di Budapest.

Durante il periodo natalizio, nella Basilica di Santo Stefano si possono ascoltare alcuni fantastici concerti dell’Avvento che scandiscono l’avvicinamento al Natale nella città di Budapest.

Tutti i giovedì alle ore 20 si svolgono dei concerti d’organo, eseguiti da alcuni dei più talentuosi suonatori di organo a canne ungheresi. Il coro ufficiale della Basilica si esibisce spesso in diversi Paesi europei.
Se visitate la città di Budapest, non perdete l’occasione di assistere ad un concerto all’interno della Basilica di Santo Stefano.

Dove si trova e come arrivare

La Basilica di Santo Stefano si trova nel cuore del V distretto della città di Budapest, a pochi passi dalle rive del fiume Danubio e vicino al Ponte delle Catene.

🚇 Metro: Linea gialla M1 (stazione di Bajcsy-Zsilinszky); linea azzurra M3 (stazione di Arany János utca)
🚎 Filobus: Linea 72 (fermata Szent István Bazilika, davanti alla Basilica), dove si fermano anche diverse linee degli autobus urbani della capitale ungherese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *